Letture del tempo presente (IX)

Posted in Kulturkampf with tags , , , , , , , , , , on 18 settembre 2021 by Sendivogius

MALATESTA: GLI ANARCHICI GENUINI E QUELLI FASULLI
  di Andrea Caputo
  (31/07/2021)

A proposito di “no vax” o “no mask” in versione pseudo libertaria o iperindividualista o anche in abito “cacciarone” (neologismo da Cacciari). Ecco il pensiero di chi, di libertarismo anarchico, se ne intendeva (molto).

L’anarchico Errico Malatesta nel 1924 a proposito della medicina e dei sistemi curativi:

«Riceviamo degli inviti a far la propaganda a favore di questo o quel sistema curativo, fregiato degli aggettivi “razionale”, “naturale”, ecc., accompagnati da critiche, giuste o ingiuste, contro “la scienza ufficiale”.
Noi non ne faremo nulla, perché non crediamo che l’essere anarchici dia a noi o ad altri il dono soprannaturale di sapere quello che non si è studiato.
Comprendiamo tutto il male che l’attuale organizzazione sociale, fondata sull’egoismo e sul contrasto degli interessi, fa allo sviluppo della scienza ed alla sincerità degli scienziati. Sappiamo che molti medici, spinti dall’avidità e spesso forzati dal bisogno, prostituiscono quella che dovrebbe essere una delle più nobili missioni umane, e ne fanno un vile mercimonio. Ma tutto questo non ci impedisce di comprendere che la medicina è una scienza ed un’arte difficilissima che richiede lungo ed arduo tirocinio e non si apprende per intuizione – e per conto nostro, quando fosse il caso, preferiremmo ancora affidare la nostra salute ad un medico disonesto, piuttosto che ad un onestissimo ignorante il quale credesse che il fegato si trova nella punta dei piedi.
Secondo noi hanno torto quei compagni che prendono partito per un dato sistema terapeutico solo perché l’inventore professa, più o meno sinceramente, idee anarchiche e si dà l’aria del ribelle e tuona contro “la scienza ufficiale”. Noi, al contrario, ci mettiamo subito in guardia se vediamo che uno vuole avvalersi delle sue idee politiche per far accettare le sue idee scientifiche e ne fa una questione di partito. Del resto, conosciamo qualcuno che, trovando comodo di guadagnarsi la vita facendo il medico senza esserlo, ha inventato un qualsiasi sistema di “medicina naturale” ed ha molto sbraitato contro i medici; ma poi, quando si è indotto a studiare ed ha potuto ottenere i diplomi, si è messo a fare il medico come gli altri.
[…] Vi è tra noi la tendenza a trovare vero, bello e buono tutto ciò che si presenta sotto il simpatico manto della rivolta contro “le verità” ammesse, specie se è sostenuto da chi è, o si dice, anarchico. Il che dimostra una deficienza di quello spirito di esame e di critica che dovrebbe essere sviluppatissimo negli anarchici.
Sta bene il non considerare come definitiva nessuna delle conquiste dell’intelligenza umana ed aspirare sempre a nuove scoperte, a nuovi progressi, ma bisogna badare che non sempre il nuovo è migliore del vecchio, e che la qualità di anarchico non porta con sé il dono della scienza infusa. (…) Non ci pare troppo il pretendere che chi vuole criticare e combattere i metodi vecchi sappia quali essi sono e quali sono i fatti accertati in favore o contro di essi. In altri termini, noi domandiamo semplicemente che chi vuole parlare di una cosa si prenda prima la briga di studiarla. Se vi sono dunque dei compagni che si sentono la competenza di discutere di materie sanitarie lo facciano pure, ma non domandino a noi di parlare di quello che noi non sappiamo.
Del resto, noi conosciamo dei valenti medici che professano le idee anarchiche; ma essi non parlano di anarchia quando fanno della scienza, o ne parlano solo quando la questione scientifica diventa questione sociale, cioè quando constatano che l’attuale organizzazione sociale inceppa i progressi della medicina ed impedisce che essi siano applicati a beneficio di tutta l’umanità
».

[Errico Malatesta, “Pensiero e Volontà”. 1924]

Homepage

INSANITAS

Posted in Kulturkampf, Muro del Pianto, Roma mon amour with tags , , , , , , , , , , , , , , , , , on 11 settembre 2021 by Sendivogius

In periodo elettorale, tutto fa brodo nel gran bollito con fritto misto della politica pecoreccia, specialmente al tempo del gentismo di massa, stratificato su cialtroneria diffusa.
Se nell’accogliente vasca del grillismo era percolato praticamente tutto ciò che schiumava ai margini più estremi della Πολιτεία, pescando a strascico tra casi clinici in fuga dai centri di igiene mentale e disadattati vari del fancazzismo militante, e che solo il V@te® di Bibbona poteva scambiare per “società civile”, non si capisce perché uno dovrebbe essere tanto più imbecille dal raccattarsi proprio quegli stessi scarti, sversati fuori dal vascone del grillismo convertito al poltronismo istituzionale, con tanto di guardaroba griffato.
Ora, che il radiotribuno Enrico Michetti, aspirante sindaco capitolino, non fosse esattamente un fulmine di guerra lo si era capito da un pezzo… insomma parliamo di uno la cui visione della città non va oltre i fondali di cartapesta di Cinecittà ed i fasti imperiali di una Roma da operetta, con tutto il ciarpame nostalgico di contorno e le farse dell’antico minchione romano travestito da centurione con la spada di cartone: roba da corsa con le bighe e toga party.
Tuttavia, ci si chiede chi mai tra i suoi ventriloqui (certo per sputtanarlo meglio) abbia avuto la geniale idea di inzeppare nella sua personale lista civica (un “valore aggiunto”!), pur tra i tanti personaggetti messi a far volume nel mazzo, fenomeni dalla caratura di una Francesca Benevento, transfuga grulloide, già consigliera M5S nel XII Municipio di Roma, in quel di Monteverde che si è rivelato il più immaginifico concentrato No-Vax in quota Cinque Stelle. Si tratta della stessa circoscrizione municipale, che pure aveva regalato alle cronache un’altra formidabile spalla comica come Massimiliano Quaresima: lo stesso che proprio con la consigliera Benevento ha condiviso, battaglie, ispirazione, e militanza (psichiatrica), nonché il disagio psichico, insieme alla diffusione esponenziale di stronzate in libertà…

«Ho parlato con molti biologi, c’è un incremento esponenziale dell’omosessualità a partire anche da persone molto giovani, quasi da bambini, da adolescenti, e questo diciamo, è stato spiegato da questi biologici, che potrebbe essere legato alla vaccinazione. Nei vaccini infatti ci sono le cellule di feti abortiti diploidi femminili che modificano le informazioni, entrano poi nel corpo di questi bambini che così si trasformano

Massimiliano Quaresima
(06/08/2021)

Quindi sappiate che oltre a favorire l’insorgenza dell’autismo, i vaccini vi fanno diventare pure froci! In proposito, Quaresima ama definire i suoi deliri allucinatori, come “il legittimo esercizio di una critica politica basata su argomentazioni criticabili, ma di natura storica e scientifica”; giusto ad aggravare lo stato clinico. Permane invece il mistero circa i fantomatici “biologi”, col quale il fisioterapista esperto di scienza vaccinale avrebbe parlato.
Circa la prevenzione invece,

“Le mascherine sono inutili, lo dice anche uno scienziato, perché è come far passare il virus da un cancello. E poi c’è un altro problema di salute, con le mascherine respiriamo la nostra anidride carbonica. La prevenzione è prendere il sole e stimolare il corpo con la vitamina D, ricorrendo ad un‘alimentazione sana, per ricostruire la flora intestinale”.

Tutti e due (Quaresima e Benevento) stanno lì a fare il paio all’insuperabile Davide Barillari, crociato della “battaglia anti-vaccinale”, il milanese trapiantato a Roma e candidato nel 2018 dal MoVimento addirittura alla presidenza della Regione Lazio, in un condensato di cospirazionismo paranoide che ha contraddistinto fin da subito le avanguardie di quelle formidabili legioni di imbecilli, arruolati nel grillismo militante della prima ondata.
Dibba e Francesca BeneventoPer sapere chi fosse Francesca Benevento, e quale straordinario valore aggiunto costituisse col suo insuperato talento, non era necessario leggere la cartella clinica del più vicino dipartimento di salute mentale, bastava semplicemente sfogliare la cronaca locale, le pagine facebook dell’invasata, o meglio ancora ascoltare le risate con le pernacchie che l’accompagnano lungo tutta la Gianicolense.

«I vaccini mRna, messaggeri e codificanti per il Dna, modificato la firma del Creatore e, attraverso questa manipolazione, formano una nuova specie di umani: impuri e schiavi.
Il Covid è stato creato per arrivare a comandare l’uomo dall’interno, con un cerottino che inietterà i quantum dots, attraverso cui le persone saranno interconnesse con la rete. Sì, proprio come un elettrodomestico a distanza per essere telecomandati da un altro luogo.
Molti sostengono che i quantum dots siano già passati a iniettarli direttamente con il vaccino e con il tampone tramite microparticelle di grafene immesse nel nostro organismo. Questo perché il DNA non supporta l’impianto dei microchip, così il vaccino RNA effettua una mutazione genetica affinché il nostro corpo diventi da supporto per i quantum dots.»

Francesca Benevento
(18/01/2021)

La Benevento è una che parla esattamente come magna: scambia Sulmona per “Surmona”, confonde la Sanofi Aventis con una fantomatica “Sanofia Ventis”. In bocca a lei Pasteur diventa “Paster”… distinguendosi subito per l’accuratezza delle sue elucubrazioni a mezzo F/B…

Laureata in architettura, Francesca Benevento è un’altra di quelle che ha studiato all’università di YouTube, dove stempiati geometri 60enni hanno ritrovato stabile occupazione, dopo aver ingerito la pillola rossa (più che altro un trip di acidi), e dall’alto della loro scienza rivelata vi spiegheranno i segreti occulti dell’universo, svelandovi tra le altre cose come la Terra sia piatta, di come Trump salverà il mondo dalla cospirazione satanica degli Illuminati e dei Savi di Sion, guidati Bill Gates, agente rettiliano sotto copertura.  Invece l’invasione degli imbecilli è appena cominciata…
Il problema non risiede nel fatto che questi si buttino in politica, dove pure domina la cialtroneria. No, il problema è che ci siano politicanti tanto cialtroni da candidarli pure questi qui, pur di lucrare un pugno di voti in più, offrendo una sponda insperata alla follia convertita in strumento di potere.

Homepage

(150) Cazzata o Stronzata?

Posted in Zì Baldone with tags , , , , , , on 28 agosto 2021 by Sendivogius

Classifica AGOSTO 2021″

 Dinanzi alle miserie del mondo, è deprimente misurare il grado di devastazione intellettuale e morale che percorre le italiche lande, senza soluzione di continuità: un agglomerato ininterrotto di degrado culturale e fascismo pervasivo, infiltrato a tutti i livelli possibili, ed introiettato con la stessa naturalezza attraverso la quale un’umanità miserabile ed incontinente rilascia le affermazioni più allucinanti, o idiote nello specchio di un’imbecillità prevalente. Perché culo avvezzo al peto non riesce a stare cheto!
Brilla in questa scala al massimo ribasso, la tribù mangereccia del Capitone & Kamrades: i talebani nostrani del nazismo strisciante di ritorno, sull’onda lunga della risacca fascista incanalata nella cloaca maxima del nazional-populismo, coi suoi ammiccamenti nostalgici.

Nella comunicazione tossica del grande ritorno völkisch ripassato in salsa sovranista, non è certo una novità il dialogo diretto con la folla ed appelli al ‘popolo’ (l’oscuro oggetto delle manipolazioni tribunizie), tramite l’abuso delle formule retoriche ad effetto e bullismo da balcone, con le sue iperboliche associazioni di idee in assenza di correlazioni logiche, per distorsione cognitiva su provocazione diffusa, in quello che già Victor Klemperer definiva isterismo del linguaggio.

È l’avvento del cialtronismo di massa nel trionfo dell’Idiocrazia (è fin troppo facile essere “profeti” in Italia!), per un’ignoranza dilagante che si fa logorrea compiaciuta e soprattutto esibita, per un’umanità piccolissima e meschina che ama esibire i propri umori in pubblico sproloquiando su tutto, senza che mai venga sfiorata dall’ombra di un dubbio; ovvero da un afflato di pur minima decenza, nella regressione a-social che spinge orde di disadattati e narcisisti patologici a condividere le loro indecenze nei peggiori letamai di facebook, o rilasciare su twitter la propria fumante cacchina quotidiana, che proprio non riescono a trattenere, ad uso coprofagi per community di merda.

Hit Parade del mese:

01. NAZILEGHISMO (I) – Froci al rogo

[13 Agosto] «Il rogo a fuoco lento per i deviati era in vigore in Europa fino a ben oltre il 1800 ed era sicuramente giusto da un punto di vista religioso. Credo siamo andati un po’ troppo avanti e dobbiamo tornare a quei tempi,»
(Fabio Tuiach, sociopatico pericoloso)

02. NAZILEGHISMO (II) – rilancio turistico

[12 Agosto.] « Se solo avessi il potere di farlo, anche Piazzale dei Partigiani a Roma Ostiense mi piacerebbe che tornasse a chiamarsi Piazzale Hitler. La storia insegna e nel bene e nel male questa è la nostra storia. Credo anche che per la cecità di alcuni perdiamo tantissimo in termini di turismo nel voler nascondere.»
(Andrea Santucci, camerata di Colleferro)

03. LETTURE TOSSICHE

[15 Agosto.] «Italia, Europa, Occidente: vergogna! Lasciare donne e bambini in mano ai tagliagole islamici, dopo anni di battaglie e sofferenza, non è umano. Qualcuno al governo dovrebbe rileggersi ‘La rabbia e l’orgoglio’ e ‘La forza della ragione’ della grandissima Oriana Fallaci.»
(Matteo Salvini, grande capo)

04. PARCO MVSSOLINI

[26 Agosto.] «Non sono fascista»
(Cladio Durigon, mussoliniano)

05. LE IDEE CHIARE

[10 Agosto] « Sono una ragazza di sinistra.»
(Alessandra Mussolini, la Compagna)

06. IL COVID RENDE LIBERI

[11 Agosto] «Il green pass uccide l’economia»
(Giorgia Meloni, Alter Ego)

07. MISSIONI ECUMENICHE

[24 Agosto] «Il nostro principale dovere fiduciario è nei confronti dell’umanità.»
(Davide Casaleggio, Narcisista patologico)

08. DISASTRO CAPITALE (I): Tamponamenti a catena

[12 Agosto] «Io non sono no vax, mi attengo alla legge. In questo momento il medico che mi segue ha detto di non fare il vaccino. Io mi tampono continuamente.»
(Virginia Raggi, Ni-Vax)

09. DISASTRO CAPITALE (II) – LO SCHIANTO

[01 Agosto] «Io credo che Roma sia paragonabile ad una Ferrari: quando sono arrivata la Ferrari era ferma ed io ho iniziato a farla ripartire, a farla correre, io l’ho rimessa in pista. Io so guidare questa Ferrari.»
(Virginia Raggi, la Pilota)

10. DISASTRO CAPITALE (III) – Grandi Ritorni

[20 Agosto] «Torno e appoggio Virginia Raggi, merita un 9. Ci vuole un’app sulle buche.»
(Alfonso Pecoraro Scanio, altro talento incompreso)

Homepage

MORTAL KOMBAT

Posted in Kulturkampf, Muro del Pianto, Risiko! with tags , , , , , , , on 17 agosto 2021 by Sendivogius

Che in Afghanistan le cose non andassero per il verso giusto, s’era capito da un pezzo… E non è che ci volesse un genio per fare l’impresa!
Gli estremi c’erano già tutti da più di dieci anni fa, qualora fossero stati osservati senza lo sguardo fregnone dell’ottimista idiota, in piena Sindrome di Pollyanna.
Bastava conoscere la storia e la specificità dei popoli coi quali ci si va a scontrare, prima di infognarsi in missioni impossibili; o semplicemente fare i compitini a casa…
Su queste modeste paginette, il sospetto c’era già sopravvenuto nell’ormai lontano 2010 [QUI], quando gli USA stavano per impantanarsi in un’altra delle loro campagne imperiali tra le sabbie dello Yemen, prima di appaltare la guerra per procura all’Arabia Saudita, generando l’ennesima crisi umanitaria a telecamere oscurate, e concentrarsi sul disastro afghano…

Eppure, a volte, basterebbe poco capire che esistono vespai nei quali è d’obbligo muoversi con estrema cautela, ovvero non entrarvi affatto! Basterebbe fare tesoro delle esperienze passate… Cosa che per esempio non è avvenuta in Afghanistan: la scabrosa disfatta strategica da nascondere sotto il tappetino dell’informazione mediatica; la rachitica piantina morente da innaffiare di tanto in tanto con un po’ di retorica celebrativa. Che la missione in Afghanistan sia un fallimento è ormai evidente persino ai suoi più accesi fautori; per questo se ne parla il meno possibile. E ci si riferisce ad un Paese dove il tempo sembra trascorrere immutabile, in un ciclo perennemente avvitato su se stesso. Cambiano i protagonisti, ma circostanze e problematiche restano invariate nel corso dei secoli, quasi fossero ascritte in un limbo atemporale. Tant’è che un osservatore dell’800 troverebbe poche differenze con la situazione attuale:
a) L’assenza di un governo centrale, abbastanza forte da accentrare su di sé i pieni poteri ed il controllo sui riottosi signori della guerra locali;
b) Il conflitto endemico tra i vari gruppi etnici in un continuo attrito di forze contrapposte, secondo gli equilibri mutevoli di fragili alleanze siglate sulla necessità del momento… Gli Hazara sciiti, fieramente opposti agli Aimak sunniti. I Tagiki del Badakhshan. Gli Uzbeki e le popolazioni turcomanne del nord-ovest. L’etnia dominante dei Pashtun (o Afghan), che costituisce la maggioranza del Paese al quale dà il nome e che i coloniali britannici chiamavano “Phatan”.
c) La costante pressione destabilizzante verso la turbolenta Peshawar.
d) Una ostilità endemica con l’Iran (Persia).
e) La funzione strategica che l’Afghanistan ha rivestito, come ridotta di contenimento per l’espansionismo russo (zarista prima e sovietico poi) e per le ambizioni persiane. In quanto cuscinetto ideale a difesa dell’India, ha costituito la valvola di sfogo ideale, tramite interposizione di forze, per le tensioni imperiali delle grandi superpotenze: Impero Britannico nell’800 e USA nel ‘900 versus il gigante chiamato Russia.
f) I disastrosi fallimenti che hanno caratterizzato ogni tentativo di invasione e di occupazione diretta del territorio.

(Il titolo dell’articolo era evocativo: Accadde Domani)

Poi, le cose sono andate esattamente com’era prevedibilissimo che fosse, soprattutto considerate le premesse. Questo al netto delle quintalate di propaganda sparsa a quattro mani, in 20 anni di “guerre umanitarie” e visioni neo-imperiali, nonché a dispetto di tutti quegli “analisti” e sedicenti “esperti” di strategia geopolitica, che (ad essere generosi) non c’hanno mai capito un cazzo, accompagnati ora dal lamento funebre delle vergini violate sui sepolcri imbiancati di fresco, tra litri di lacrime versate a secchiate dopo il pasto del coccodrillo, per le sorti di quell’Afghanistan che si voleva liberato da quei cattivoni dei taliban ritornati al potere in pompa magna, senza incontrare resistenza alcuna.
L’esercito nazionale del presidente Najibullah, quasi interamente composto da coscritti di leva, addestrato dai sovietici e lasciato da questi, dopo il loro ritiro nel 1989, a difendere il paese dai valorosi mujaheddin fondamentalisti chiamati alla jihad (quegli stessi “combattenti per la libertà”, foraggiati ad libitum dalla CIA), resistette tre anni prima di capitolare.
Il nuovo esercito afghano di volontari professionisti, con le sue modernissime “unità speciali” (la cui tenuta sul campo poi s’è vista), inondato con miliardi di dollari, è collassato in tre giorni. Esattamente, come già era avvenuto in Iraq con l’insorgere dell’ISIS; il ché pone seri interrogativi sul come vengano addestrate e reclutate queste raffazzonate ma costosissime milizie ausiliarie di mercenari.
Sulla carta, il governo afghano aveva a disposizione una forza armata di almeno 180.000 soldati (ed il doppio degli effettivi a libro paga), che alla riprova dei fatti non combattono, con tank che non escono dalle rimesse ed aerei che non decollano, costati ai soli USA la modica cifra di 83 miliardi di dollari per l’addestramento, equipaggiamento, e spese di mantenimento. E sono solo una piccola parte di quei 2.261 miliardi buttati con generosa prodigalità nel cesso, per ritrovarsi gli ex amici talebani (the brave mujahideen fighters of Afghanistan) accampati a Kabul.
Nella Storia, ci sono ritirate e disfatte più o meno catastrofiche, ma è difficile trovarne di più costose per guerra più inutile e sconfitta più umiliante.

Homepage

(149) Cazzata o Stronzata?

Posted in Zì Baldone with tags , , , , , on 31 luglio 2021 by Sendivogius

Classifica LUGLIO 2021″

E se per un periodo di tempo limitato levassimo loro i vari twitter… instagram… facebook… e tutto il cucuzzaro a-social, disarmando e mettendo provvisoriamente a riposo le agguerrite legioni di imbecilli che ne hanno fatto il loro pascolo di riferimento, nei recinti cafonal dei pensierini minimi eletti a fanatismo di fede per il trionfo di ispirati coglioni?
E se spegnessimo anche solo per un istante il megafono del NULLA che avanza? Ovvero elevarsi giusto un’unghia al di sopra di quell’abbecedario minimalista, messo improvvidamente a disposizione delle orde degli analfabeti di ritorno in piena spremuta di reni, per dare colore e sostanza alle loro distorsioni cognitive, maturate negli universi fantastici dell’anomia di massa, nell’impudenza di un’ignoranza ciarliera ed incontinente, nella fumosa vacuità della loro inconsistenza?
E se coprissimo con un velo pietoso lo specchio deforme delle vanità, oscurando il narcisismo maligno che si riflette in esso, attraverso la tossica promanazione di sé?
E magari per un attimo depurare l’etere dall’incessante cicaleggio di battutine, sproloqui, polemiche a distanza, corbellerie assortite, “storie” a scadenza, insieme ai paranoici del complotto ad oltranza ed i profili finti di psicotici ad interazione multipla, che si perdono nell’indistinta cacofonia dove tutto si frulla, macera e ribolle, in un condensato di umori e liquami in attesa di un demiurgo che conferisca loro foma e sostanza, plasmandone gli scrosci diarroici in qualcosa di persino peggio…

Hit Parade del mese:

01. GOVERNO MILITARE

[29 Lug..] «Metti anche che, in un intento suicida, gli stessi responsabili delle dimissioni insistano per mandare a casa il banchiere…. al Presidente della Repubblica non resterebbe che mettere su un governo elettorale, forse persino militare, com’è accaduto con il generale Figliuolo per le vaccinanzioni. A mali estremi, estremi rimedi.»
 (Marcello Sorgi, il Cassandro)

02. ISTERIA SOVRANA (I)

[07 Lug.] «Il sesso biologico non avrà più importanza dal punto di vista sociale perché conterà soprattutto il sesso culturale, cioè quello percepito, come d’altra parte si potrà scegliere l’orientamento sessuale verso cose, animali, e/o persone di ogni genere e, perché no, anche di ogni età, fino al punto che la poligamia come l’incesto non saranno più un tabù, ma libertà legittime.»
 (Maria Rita Castellani, l’umbra garante leghista dell’infanzia)

03. ISTERIA SOVRANA (II)

[13 Lug.] «Verrà un momento in cui la battaglia decisiva tra il regno di Cristo e Satana sarà sul matrimonio e sulla famiglia. E coloro che lavoreranno per il bene della famiglia sperimenteranno la persecuzione e la tribolazione. Ma non bisogna avere paura, perché la Madonna gli ha già schiacciato la testa.»
 (Simone Pillon, il Sanfedista)

04. ISTERIA SOVRANA (III)

[16 Lug.] «Con il ddl Zan stupri, aborti e crani spaccati»
 (Andrea Del Mastro, fascista d’Italia)

05. RITORNO DI SAGRA

[21 Lug.] «Cozze, vongole, piadina e, di rosso, solo i rapanelli😉”; “Anguria🍉 o fragole🍓? Che scegliereste voi??? 🤔 Sempre e comunque Made in 🇮🇹”; “Meglio due uova oggi che due galline doman i😊. Buona giornata Amici!”; “Pizza con pomodoro, aglio, origano, acciughe, capperi. Saluti alla dieta, mi lancioooooooo! 🍕🇮🇹»
 (Matteo Salvini, la Centrifuga)

06. NO PURE AL METADONE!

[19 Lug.] «Il reddito di cittadinanza è una misura cretina e fatta male: è come il metadone per i tossicodipendenti, va abolito»
 (Giorgio Meloni, l’Esperta)

07. DISCOTECHE A SPACCIO CONTROLLATO

[27 Lug.] «Le discoteche chiuse? Perché negare ai giovani un divertimento sano, sicuro, controllato? Così si premiano i rave illegali, i party abusivi, la diffusione di droghe, psicofarmaci e ogni genere di sostanze, che invece all’interno delle discoteche sono sotto controllo.»
 (Matteo Salvini, il Controllore)

08. I SORCI VERDI

[23 Lug.] «Propongo una colletta per pagare ai no vax gli abbonamenti Netflix per quando dal 5 agosto saranno agli arresti domiciliari chiusi in casa come dei sorci.»
 (Roberto Burioni, Logorroico)

09. IL PAESE PEGGIORE

[13 Lug.] «L’Italia sarebbe un paese vagamente migliore se anche il peggiore avversario di – rimanendo tale – denunciasse la persecuzione grottesca che si consuma da anni nei confronti di Matteo Renzi.»
 (Claudio Velardi, Grottesco)

10. NO SOCIAL

[07 Giu.] «Ci vediamo alle 12,00 per una diretta Facebook…. La politica non è Instagram: al Senato servono i voti, non i like.»
 (Matteo Renzi, il Perseguitato)

Homepage

GENTE DI MERDA

Posted in Ossessioni Securitarie with tags , , , , , , on 22 luglio 2021 by Sendivogius

Da quello che emerge colui che si è difeso sarebbe stato aggredito da un soggetto pregiudicato, clandestino, noto per violenze, aggressioni e atti osceni in città…
Colui che ha reagito è un docente universitario di diritto penale e istruttore di forze di Polizia, avocato penalista noto e stimato in città, quindi non penso che Voghera si sia trasformata nel Far West.
Voglio disarmare i delinquenti e poi il processo spetta alle autorità. Se si tratterà, come si legge oggi su alcuni giornali, di legittima difesa, allora qualcuno dovrà chiedere scusa a questo assessore.

Matteo Salvini
(22/07/21)

Notate con quale voluttuoso godimento necrofilo si compiace il sempre più indecente Capitan Mitraglia, alla vista succulenta del “clandestino” (nuova categoria del sub-umano) impiombato a freddo dall’improvvisato giustiziere della notte: uno di quelli che scambia la “legittima difesa” con la licenza di uccidere, per privilegio di censo ed impunità di status; uno che se ne va in giro sventolando la pistola nella sua Alabama padana, a caccia di negri da castigare (mettere al loro posto), e che trova la sua naturale rappresentanza nelle cloache del nazileghismo, all’ombra dell’osceno Capitone a mano armata.
E giustappunto, mentre ne celebra le gesta sparatorie, lo fa con la stessa libidine pornografica con cui va sguazzando voglioso tra sughi stracotti e rifritti, sbavando famelico davanti ad una ciotola di rognoni fumanti, ospite d’onore alla Sagra del Porco, intanto che ingurgita cibo spazzatura a comando con bulimica voracità, grufolando tra immondi pastoni, con la stessa voluttà con la quale va ciucciando rosari.
Senza ritegno, senza vergona, smarrita da tempo ogni decenza (se mai ne ha avuta alcuna).
Soppesatelo, nelle sue argute argomentazioni, mentre si arroga del suo ius vitae necisque, e decide chi è degno di vivere e chi invece merita la giusta punizione del boia itinerante di turno, travestito da sceriffo, delineando le nuove categorie dell’inutile e dei reati passabili di pena capitale con esecuzione immediata: “gli atti osceni in città”! Né sovviene a LVI, ed al resto della sua gente di squadra, cosa sia la vera oscenità di cui è portatore insano.
 Per lo stesso principio, anche Jack The Ripper era una persona perbene, presumibilmente un membro rispettabile della comunità, uno di quelli del non se ne può più, e che coi mezzi a sua disposizione non faceva altro che ripulire le strade di Londra e “purificare” il mondo, da quella feccia umana che portava degrado e diffondeva le malattie: le prostitute… che oscenità, signora mia!
Ora guardatelo, mentre reclama la sua libbra quotidiana di carne (umana). Soprattutto, osservatelo mentre freme eccitato alla vista del sangue, senza nemmeno riuscire a trattenere le polluzioni forcaiole del linciaggio mascherato.
E chiedetevi se questo è un uomo (o una merda).

Homepage

Semantica giustizialista

Posted in Ossessioni Securitarie with tags , , , , , , , on 21 luglio 2021 by Sendivogius

Detenuto ammanettato e pestato in carcere da una squadretta punitiva di energumeni in divisa?
Caduta accidentale dalle scale.
O, in alternativa, oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale.

Un ubriaco ti spintona e lo respingi con uno schiaffone?
Concorso in rissa.

Un ubriaco disarmato ti spintona e tu gli spari e lo ammazzi a sangue freddo?
Se sei un nazista della Lega, legittima difesa.

Homepage

La Ricreazione

Posted in Muro del Pianto with tags , , , , , , , , , , on 14 luglio 2021 by Sendivogius

Sorvoliamo sui rituali pecorecci da zobia grassa per scimmie ubriache, con tanto di carro da parata per la sfilata di carnevale ed altre pagliacciate di dubbio gusto.
Come ai bei tempi dei panes et circenses (e gli antichi imperatori lo sapevano bene), bisogna in qualche modo lasciar sfogare le frustrazioni di una plebe di sfaccendati e perdigiorno a sussidio, nell’orgia festaiola che sempre segue la fine della peste (o la rimozione della stessa). È la miglior valvola di sfogo a buon mercato, ed al contempo di controllo sociale, che esista, per prassi collaudata nei secoli; almeno fino a quando il giocattolo non sfugge di mano e l’eccitazione straborda fuori dai recinti controllati, dove va in scena l’adorazione profana del vitello d’oro. Prima o poi la ricreazione prolungata finirà, e già si prepara il saldo a pagare per l’autunno, ma intanto non è il caso di disturbare la festa, imbandita sulla narrazione delle splendide sorti progressive, all’aba del “nuovo rinascimento italiano” (risate in platea!).
E mentre nelle strade italiane si inscena un baccanale da tana libera tutti, mentre sono ancora in vigore le rigidissime disposizioni anti-covid del Comitato di Salute pubblica, efficaci come le “grida” manzoniane in pieno clima da burlesque, e da tutti disattese, continua la farsa ad oltranza della premiata ditta di governo che, dopo i carnasciali con tanto di maxischermi montati nelle piazze, adesso pigola qualcosa a proposito di “pass vaccinale” per accedere in bar e ristoranti, forse più utile a limitare la vendita incontrollata di alcolici a torme di ragazzini eccitati, che nel primo pomeriggio già ingollano sambuca (roba che manco il mio bisnonno!), sui marciapiedi invasi da tavolini abusivi, tanto per scaldarsi prima di cominciare l’aperitivo ad oltranza in overdose alcolica. E nello sbrago generalizzato ovviamente il problema è la riapertura delle scuole a Settembre, o la didattica in presenza nelle università, o il limite di due persone per la discussione della tesi di laurea in un’aula da 50  posti. Lo specchio di un paese grottesco (e di una classe ‘dirigente’ ignobile) nella definizione delle sue priorità.

Homepage

LA SINTESI PERFETTA

Posted in Masters of Universe with tags , , , , , on 1 luglio 2021 by Sendivogius

Ci sono titoli che meglio di ogni altra cosa riassumono alla perfezione il senso di un governo e la sua ragion d’essere, rivelando sponsor e mandanti per niente occulti alle origini del suo insediamento, con gli obbiettivi strategici che questi si ponevano fin dall’inizio dell’intera operazione, nel malcelato compiacimento che trasuda dai giornalini di riferimento:

Condono fiscale tombale.
Licenziamenti di massa.
Stornare tutti i fondi pubblici disponibili, verso le casse confindustriali a rimpinguar le tasche.

E lo fa, secondo il comprovato assioma padronale che è molto meglio levare ai poveri per dare ai ricchissimi, con la grancassa mediatica accordata in un’unica orchestra nel levare gli osanna all’ennesimo salvatore della patria, insediato a tutelare i privilegi di pochi nel disinteresse di molti.
È la sintesi del Governo Draghi. Tutto il resto sono dettagli.

Homepage

(148) Cazzata o Stronzata?

Posted in Zì Baldone with tags , , , , , , , , , on 28 giugno 2021 by Sendivogius

Classifica GIUGNO 2021″

Ormai è deciso: l’emergenza pandemica è finita!
Cioè, Corona è vivo e lotta contra di noi, ma il governo salvifico della divina provvidenza, con l’uomo che ha preso il posto dello Spirito Santo alla destra del Padre, di fatto ha stabilito che il virus non esiste più. Ufficiosamente, perché di ufficiale non c’è nulla.
Niente di messo per iscritto, per carità! Le scartoffie ingombrano e sul lungo periodo possono essere compromettenti. Mancano indicazioni e le valutazioni certe. Ma non aspettatevi che queste vengano sottoscritte dal Nuovo CTS Mariano di esperti chiamati dal Messia, a sostegno del mutato ciclo aperturista, mentre la “Variante Delta” impazza e fa furori in global tour. Ma questo è meglio non dirlo.
La campagna vaccinale prosegue allegramente alla cazzo di cane, dopo l’indecente farsa collettiva di AstraZeneca, gli “effetti collaterali” nascosti sotto il tappeto e seppelliti in fretta, onde non disturbare la grande narrazione corale: milioni di prime dosi inoculate per fare statistica e pochissimi che abbiano davvero concluso il ciclo di somministrazione vaccinale. Ma bisognava fare in fretta! C’era la stagione estiva alle porte… i locali da riaprire… gli stadi da riempire… le mascherine da togliere, come gesto simbolico di liberazione… Ed il generale Tapis-Roulant vuole un’altra patacca da appuntare al medagliere.

Soprattutto ci sono i padroni che hanno sete di sangue operaio e cercano una scusa valida per avviare i licenziamenti di massa. E questo è sostanzialmente il motivo per cui abbiamo l’ennesimo “governo di salvezza nazionale”; ovvero, per peggio dire, dei “migliori”, per uno di quegli ossimori che trascendono il senso del ridicolo per entrare nella cialtroneria, come più si addice alla pletora dei peggiori che si credono aristocrazia.

Hit Parade del mese:

01. GIRAVOLTE

[06 Giu.] «Io non ho mai fatto una campagna contro gli immigrati»
(Matteo Salvini, lncommentabile)

02. COMPLOTTO!!!

[01 Giu.] «Si avvicinano le elezioni e ormai si inventano tutto per fermare Virginia Raggi. La targa con il nome sbagliato di Carlo Azeglio Ciampi non è un semplice errore. Vi sembra possibile? A me no.»
(Paolo Ferrara, Pasdaran a 5 patacche)

03. ORGANI E MUSCOLI

[20 Giu.] «Il cervello è un muscolo.»
(Davide Barillari, altro coglione a 5 stelle)

04. IL RISOLUTORE FINALE

[10 Giu.] «Risolverò i problemi di Roma, come Mr. Wolf»
(Enrico Michetti, Radio-Tribuno)

05. PADRONI CERCANO SCHIAVI (I)

[11 Giu.] «Ragazzi, rinunciate ai sussidi e mettetevi in gioco.»
(Guido Barilla, il Banco)

06. PADRONI CERCANO SCHIAVI (II): lo stipendio, che pretesa!

[01 Giu.] «Se a qualcuno, quest’estate, verrà in mente di venirla a menare con domande alla carlona del tipo: quanto si lavora? Quanto mi dai? Quando è il giorno libero? Vi dico con il massimo garbo possibile: non vi presentate. Non c’è bisogno di persone come voi»
(Alessio Maggi, negriero moderno)

07. LA PEDOFILIA È UN ORIENTAMENTO SESSUALE

[03 Giu.] «Se una persona dicesse ‘io i pedofili li metterei tutti al muro’, sarebbe incriminabile in base al ddl Zan, perché la pedofilia è un orientamento sessuale.»
(Carlo Nordio, Deviato Mentale)

08. “FISCHIA IL VENTO”, COGLIONE!

[06 Giu.] « Bella ciao non copre il gusto di tutti gli italiani: è troppo di sinistra. Non è la canzone dei partigiani, è la canzone solo dei partigiani comunisti.»
(Ignazio La Russa, fascista)

09. QUANDO L’AVEVAMO GIÀ SENTITA?!?

[28 Giu.] «Stiamo addomesticando il virus: ora è più simile ad un’influenza.»
(Sergio Abrignani, domatore del Nuovo CTS Mariano)

10. DIAMO I NUMERI

[07 Giu.] «Avremo 54,3 milioni di vaccinati entro settembre.»
(Francesco Paolo Figliulo, inesauribile contaballe)

Homepage