L’Invasato

Una sola richiesta: fatelo scopare!
Da quando ha dovuto privarsi delle sue seratine rilassanti, con vagonate di troie a pagamento, è definitivamente impazzito. Peggio di un tossico in crisi di astinenza! Più allucinato di un fattone in overdose da anfetamine!
Nella sua guerra personale (e totale) contro magistrati e “comunisti”, per il potere assoluto e la propria sopravvivenza, sembra di ascoltare le farneticazioni dell’ultimo Hitler, asserragliato coi suoi fedelissimi nel bunker della Cancelleria, in una Berlino assediato dalle divisioni sovietiche dell’Armata Rossa.
È inutile perdere tempo a confutare i deliri ossessivi di questo decrepito cane rabbioso: vera e unica metastasi della democrazia; metaplasia tumorale del fascismo terminale.
Ad ogni elezione è sempre la stessa storia, con ‘sto invasato che schizza come una scarica di diarrea da un angolo all’altro dell’Italia a organizzare plebisciti sulla sua persona: variante sconcia di un Napoleone arrapato, col terrore fottuto di finire in galera. Ogni voto un’ordalia!
E intanto un intero Paese è paralizzato e tenuto in ostaggio dalle paranoie di un vecchio esaltato e dal suo pretorio di sguatteri.
Non se ne può davvero più! Ormai è in golpe permanente; maniaco-compulsivo dell’eversione per decreto:
E non ha mai poteri a sufficienza… e un giorno sì e l’altro pure si inventa un nuovo articolo della Costituzione da modificare o da riscrivere… e sbraita contro il Presidente della Repubblica… e contro la Corte costituzionale… e contro il Presidente della Camera… e contro le opposizioni (tutti comunisti compreso Buttiglione) e contro la Magistratura… e contro i Pubblici Ministeri… e contro l’articolazione del processo penale… e contro le intercettazioni telefoniche… e contro l’obbligatorietà dell’azione penale… Contro tutto e tutti srotola commissioni di inchiesta, affidate ai suoi avvocati-deputati, come fossero rotoloni di carta igienica, a salvaguardia delle sue sudicissime chiappe di gangster recidivo.
 Guardatelo, mentre si contorce alla ricerca dell’impunità perenne nella sua orgia di onnipotenza… sembra posseduto! In eterna campagna elettorale, raggiunge l’acme in periodo di elezioni; è una fucina inesauribile di peti: ogni giorno ne spara una ancor più grossa, e mancano ancora 5 giorni prima del voto amministrativo! E chi lo regge ancora?!?
Sedatelo! Internatelo! E, se necessario, abbattetelo!
Sarebbe solo un gesto di pietà.

Homepage

Annunci

6 Risposte to “L’Invasato”

  1. MarioCircello Says:

    Quanno ce vò, ce vò!

  2. Ti quoto alla grande – Fluck

  3. ed ecco l’ultima

  4. Si vede che per Lui la politica è un atto d’amore

  5. dicksick Says:

    Esasperato, eh? Ti capisco. Ma io lo sono più di questo popolo addormentato che invece di buttarlo fuori a calci nel culo come farebbero in qualsiasi paese civile preferisce aspettare, o ridere di gusto al ridicolo che rappresenta.

    • Più che esasperato, direi disgustato… di cialtroni in vita mia ne ho conosciuti tanti, ma una simile merda “d’uomo” mai!
      Forse è vero ciò che diceva Fabrizio De André sui nani…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: