BLINDATISSIMO

early-bulletproof-vest-failure L’Assolutismo di solito non ama troppo i giullari, che persa ogni intraprendenza vengono ridotti a pagliacci triviali per l’intrattenimento comico dei potenti nei loro momenti di svago.
Per questo, soprattutto nelle questioni serie, i buffoni di corte non sono ammessi. In special modo, viene escluso quello che si ostina a parlare lingue che non conosce nella convinzione di far bella figura con gli “investitori stranieri”, mentre si aggroviglia in una serie di imbarazzanti gargarismi, balbettando qualcosa in un idioma immaginario che crede essere inglese, prima de annà a magnà (“it’s time to lunch!”).

Tutt’al più, può sempre esibire le ‘dimensioni impressionanti’ I Vitellonidelle sue riforme, come uno di quei vitelloni da bar-sport che se ne va in giro vantando conquiste immaginarie di altrettanto fantasiosi amplessi. 
Di conseguenza, lasciato il Bambino Matteo a giocare da solo nel kindergarten di palazzo insieme ai fotografi, i “grandi” si sono riuniti per decidere, presentandogli direttamente il conto da saldare a fine trattativa, per la salvaguardia della finanza tedesca.

Sostanzialmente ignorato in Europa, snobbato com’è ai vertici internazionali dove non si prendono neanche più il disturbo di invitarlo, il Piccolo Cazzaro fiorentino svolazza all’estero, fino alle falde del Kilimangiaro, planando tra gli esterrefatti africani del continente nero, per mostrare al resto del mondo che ancora non lo conosce quant’è minchione.
robo-pirlaPer giunta, ha una vera passione per i monologhi nelle platee universitarie, pensando di riciclarsi come conferenziere quando dovrà finalmente andarsi a cercare un lavoro vero. Fu così che il Bullo di Pontassieve, dopo aver inanellato una lunga serie di banalità sull’importanza del coraggio davanti agli studenti dell’ateneo di Nairobi, tanto per chiudere in bellezza la sua visita ufficiale in Kenya, si presentò al palazzo presidenziale più ingessato del solito, compresso nella sua nuova imbustatura corazzata e insaccato dentro al giubbottone antiproiettile, suscitando l’ilarità di tutti i presenti che pur abituati alle stravaganze esotiche dei ‘bianchi’ mai ne avevano incontrato uno così coglione in altolocata sede.
umiliazione-di-renzi-in-kenya-con-il-giubotto-antiproietileLa scena surreale del Robo-Pirla precocemente ingobbito tin-robotraggiungeva l’effetto straniante di un robottone obeso da Anni’50 vestito in giacca e cravatta. E dopo lo sgomento iniziale lo staff presidenziale s’è un poco offeso, giudicando l’esibizione del premier italiano “umiliante”.

Farah Blue

Poi si sono accorti che l’umiliazione era tutta italiana, rappresentati come sono da simili pagliacci ambulanti, tanto che allo sdegno iniziale è subentrata subito la commiserazione (per noi sventurati) seguita da grasse risate, dinanzi alle performance di questa porchetta toscana con la passione per i travestitismi.
soldatinoD’altronde, a giudicare dal peso nelle trattative sulla Grecia e Suino toscanodai rapporti con gli altri partners internazionali, il Bambino Matteo pare muoversi per l’Europa direttamente col pannolone ed i risultati si vedono tutti. Perché in Italia a difettare sono le alternative in assenza di visione, non certo gli idioti che questi invece non mancano mai…
Silvio a pecoroniA proposito di pannoloni, dalle parti di Cesano Boscone, l’ineguabliabile Papi della Patria nel suo nuovo look in puro “scarrafone-style”, facendo tesoro delle precedenti esperienze, ha finalmente trovato una nuova dimora per riunire tutti i ‘moderati’ italiani, rinvigorendone gli entusiasmi. Si tratta della “Casa della Speranza”.
Casa della SperanzaSono i piccoli miracoli del grande esperto di comunicazione, che evidentemente non va più oltre i ricoveri geriatrici, conferendo al suo partito terminale una collocazione a metà strada tra il centro oncologico e l’ospizio, prima dell’eterno riposo, attraverso una vera operazione di tanatoestetica con quel tocco speciale di maquillage funerario che precede la definitiva sepoltura.

Homepage

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: