Archivio per Elezioni amministrative 2017

POTEVA ANDARE MEGLIO

Posted in Stupor Mundi with tags , , , , , on 26 giugno 2017 by Sendivogius

Sì, poteva perdere anche a Padova e Taranto, già che c’era! Però in compenso vince a Frittole, nel villaggio di Borgo Citrullo, e in qualche altro insignificante buco di provincia abitato da ottuagenari in via d’estinzione. E vuoi mettere la soddisfazione, quando vieni spazzato via da Genova, La Spezia, Pistoia, Sesto San Giovanni… E’ la quarta elezione di fila (Regionali 2015; Comunali 2016; Referendum costituzionale) che ‘sta specie di toy-boy dei banchieri perde di seguito, in una terrificante sequela di disfatte che avrebbero schiantato qualsiasi altra carriera politica, ma di certo non Lui! Negare l’evidenza non cambierà il risultato, né il fallimento annunciato, di questa parodia toscana di Jimmy il Fenomeno: la più strafottente faccia da schiaffi (e da culo!), che oramai agita più gli incubi che i sogni di un partito bestemmia avviato ben oltre la frutta.

Il partito gli frana ovunque e (stra)perde anche nelle sue roccaforti storiche, persino nelle ultime enclave ‘rosse’ della Toscana e dell’Emilia Romagna. La Liguria ormai è bella che persa, e l’Umbria è andata da un pezzo, nel ricordo dei tempi che furono. Una cosa mai accaduta prima, nemmeno nei periodi di maggiore crisi di quella roba, prima buffa e ora oscena, che chiamano “centrosinistra”. C’è gente (un Veltroni e un D’Alema, per esempio) che si è dimessa per molto meno, ma certamente non è il caso del Rottamatore. Lui non vive di politica e non è attaccato alla poltrona. Ne è patologicamente dipendente su livelli tossici. A conti fatti, questo mancettaro democristiano è riuscito nell’impossibile missione di resuscitare un Silvio Berlusconi, restituendolo a nuova vita, in tutta la freschezza dei suoi 80 anni!

Per contro, l’ingombrante barilotto di Pontassieve si è rivelato più letale di un virus, aggrappato al simulacro di un potere evanescente, quanto peggio non poteva fare la più coriacea delle cozze da vivaio doroteo. Come l’ultimo dei Mohicani, è il gran capo Culo Seduto della politica italiana, attorniato dalla tribù dei suoi balilla, nel cupio dissolvi di un partito che si voleva della “nazione” e che invece ha smarrito anche il senso di se stesso, ammesso ne abbia mai avuto uno. Il problema non è il fatto che il PD stia scomparendo, ma quanto ci mette a farlo..!

Homepage

Annunci