Archivio per Attilio Fontana

(133) Cazzata o Stronzata?

Posted in Zì Baldone with tags , , , , , , , , , , on 5 aprile 2020 by Sendivogius

Classifica MARZO 2020″

“Questa è una situazione senza dubbio difficile, ma non così tanto pericolosa. Il virus è molto aggressivo nella diffusione, ma poi nelle conseguenze molto meno. Fortunatamente è poco più di una normale influenza.”
(25/02/20. Attilio Fontana, Presidente Regione Lombardia)

Da dove cominciare?
Dai due cartoni animati con la coda di paglia, il Mimì & Cocò del sovranismo acciaccato ai tempi del Coronavirus, che agitano le contro-conferenze serali del “Benny Hill Show” lombardo?!? Ovvero, vile coyote Gallera ed il dackula mascherinato Fontana, con un tampax calato sulla faccia, specializzati in polemiche quotidiane? I due “generali” (della serie Caporetto) di Lombardia, regione sovrana della repubblica di padania, che prima fanno un po’ alla come cazzo mi pare, non riconoscendo altro governo legittimo che il loro. Eppoi, quando tutto va catastroficamente a puttane, mentre l’epidemia dilaga incontrollata (caso unico su 20 regioni!), scaricano il barilotto esplosivo caricato a merda, contro quello stesso governo centrale che hanno disdegnato e contestato fino al giorno prima, perché abbiamo la sanità migliore del mondo, siamo fichissimi nonché bravissimi, quindi ci gestiamo da soli (Roma deve solo staccare l’assegno e zitta!). Sono le stesse spalle comiche che pensavano di sfruttare l’emergenza virale, per fare sponda e tirare la volata al duce di ghisa, ridotto invece a postare i selfie della spesa autarchica in pieno sovranismo alimentare (“solo prodotti italiani!”), travestito stavolta da allegro chirurgo. Ma voi vi rendete conto di chi e cosa abbiamo sfangato?!?

Questo quando il cialtrone senza vergogna non è impegnato, con tutto il resto del cucuzzaro fascio-sovranista, a sparare numeri ad minchiam e promettere elicotteri di miliardi cash pronto uso da lanciare a pacchi, che si moltiplicano la notte sull’albero degli zecchini d’oro. È la tragedia di un uomo ridicolo, in astinenza da pieni poteri, drammaticamente a corto di negri e altri stranieri invasori da caricare con la ruspa, e nonostante il supporto degli osceni giornaletti amici…

Di cosa parlare?
Dei più-europeisti di salma (von) hayek Bonino, che scatenano una polemica surreale contro l’arrivo in Italia di un centinaio di medici militari russi (manco fossero arrivati i cosacchi dell’Armata rossa alle porte di S.Pietro!), insieme alle fulminanti inchieste di Jacopo Iacoboni, direttamente dalla quarantena nel salotto di casa con le sue fonti misteriose di mitomani via skype, sull’inutilità degli aiuti pervenuti?!? Aiuti che però sono arrivati, a differenza dei nostri “alleati” (che sono corsi a sequestrare alla dogana stock di materiale sanitario indispensabile e già pagato) e dei 12.000 soldati USA di stanza nelle basi (Nato?) in Italia, dai cui depositi non è uscita neanche un’aspirina, o un paio di marmittoni a montare un tenda (foss’anche per sbaglio!), mentre mascherine e respiratori prendevano il volo per oltre oceano, alla faccia della solidarietà atlantica. Lo scandalo è se qualcuno si incazza al ministero degli esteri russo, dopo essere stati infamati a gratis.
Con che divagare?
Con le migliaia di coglioni assortiti che si inseguivano alla sera, sui balconi di casa con le lucine dei cellulari, e starnazzavano dalle finestre, all’apertura delle gabbie durante l’ora d’aria prestabilita, per le scimmie in libertà vigilata, mentre per le strade di Bergamo sfilavano le autocolonne con le bare?!? Perché #andràtuttobene (‘sto cazzo!), come vuole il diversivo propagandistico da Minculpop, a cura di Rocco Casalino, per tenere impegnato un popolo di ritardati mentali, con slogan e boutade studiate per far presa sulla psiche di un ragazzino demente di 6 anni (e funziona benissimo!).
Cos’altro aggiungere?
La guerra surreale ai podisti che diffondono il contagio e divenuti causa di ogni male?!? O la gente di merda dell’Italia peggiore, la stessa che poi va a snocciolare rosari insieme a Barbara D’Urso ed al madonnaro sovranista nei trionfi trash di Domenica Live; quell’Italietta insulsa e reazionaria che ha fatto della delazione poliziesca la misura dello schifo vomitevole che è sempre stata, mentre telefona tutta compiaciuta alle ‘guardie’ per denunciare l’indicibile scandalo di un genitore che osa far percorrere dieci metri intorno casa ai propri bimbi reclusi da settimane; li insulta dalle finestre e pubblica i filmini clandestini su Instagram, per condividere il linciaggio in effige, sulle nuove colonne dell’infamia digitale. Perché far passeggiare i cani è un diritto inalienabile, i bambini NO!

Hit Parade del mese:


01. UN BESTEMMIA SI SALVERÀ

[19 Marzo] «In questi giorni io una preghiera in più la faccio. Noi usciremo da questa emergenza grazie alla ricerca, ma anche grazie al buon Dio e alla Vergine Maria. Per la festa del papà, San Giuseppe, da cui tutto è partito, vogliamo realizzare un momento collettivo di preghiera, perché da lassù qualcuno può e vuole darci una mano… Stasera alle 21 recitiamo il Santo Rosario.»
(Matteo Salvini, il nazi-devoto)

02. VIAGGIARE ITALIANO

[10 Marzo] «Mai come in questi giorni mangiare italiano, viaggiare italiano, turismo italiano.»
(Matteo Salvini, un padano in Italia)

03. CONTINUA PURE A MANGIARE TRANQUILLO

[06 Marzo] «Grazie per i tanti messaggi, adesso mangio piselli, pomodori e carne cruda, poi torno al telefono con sindaci e medici in prima linea contro il virus.»
(Matteo Salvini, l’Idrovora)

04. MILLE EURI A BUFFO PER TUTTI!

[28 Marzo] «Le famiglie che hanno perso la propria fonte di reddito non possono aspettare i tempi della burocrazia per ricevere un aiuto dallo Stato: SUBITO 1000 euro a chiunque faccia richiesta (meglio online) alla propria banca. Si stabilisce chi ne ha diritto, i controlli si faranno dopo.»
(Giorgia Meloni, Distributore automatico di soldi del monopoli)

05. CROCIERA VIRUS

[12 Marzo] «Una piccola proposta. Servono posti letto. Attrezziamo allora due navi da crociera di lusso, che hanno cabine con bagno e tutti i comfort: è una soluzione migliore di ospedali da campo o vecchie caserme.»
(Maria Elena Boschi, all incusive)

06. GOMBLOTTO VIRALE

[08 Marzo] «Guarda caso quali sono i paesi più colpiti dal virus? Cina, Iran e Italia, quelli non allineati a Washington, e anzi, già da tempo nel mirino della monarchia del dollaro.»
(Diego Fusaro, il filosofo)

07. DEVASTAZIONE SOCIALE

[17 Marzo] «In questi giorni non si trova “roba”. Gli spacciatori sono chiaramente scomparsi. I rifornimenti sono chiaramente bloccati. Zero fumo, erba, coca, eroina. I tossicodipendenti ma anche chi ne fa un uso abituale, anche solo ludico, stanno subendo contraccolpi fisici e psichici notevoli. I medici sono surclassati da richieste di aiuto. Tra le tante cose che questa pandemia ci fa capire è il valore dell’antiproibizionismo, e che il proibizionismo ha anche degli effetti sociali devastanti.»
(Christian Raimo, assessore culturale)

08. DIAFANE VISIONI

[09 Marzo] «Questo è il virus del buco del culo! Siccome dovete stare a casa, guardatevi solo dei video porno, lesbo, trans, e fatevi delle gran seghe.»
(Vittorio Sgarbi, il Raffinato)

09. NO LIMITS!

[21 Marzo] «È stato censurato un video che mostrava me nell’atto di fare il saluto romano sostitutivo della pericolosa stretta di mano. Non c’è limite alla stupidità.»
(Vittorio Feltri, il fascista geniale)

10. CLAMOROSO AL CIMBALI!

[13 Marzo] «Da oggi sono anche su Tik Tok. Seguitemi!»
(Virginia Raggi, no comment)

Homepage

(132) Cazzata o Stronzata?

Posted in Zì Baldone with tags , , , , , , , , , , , , , , on 29 febbraio 2020 by Sendivogius

Classifica FEBBRAIO 2020″

Coglioni ai tempi del coronavirus.
Finalmente, anche l’Italia può rivendicare il suo vero primato nazionale… anzi! Ben due primati in un colpo solo, una volta conquistato il suo posto al sole:
1) Siamo il paese occidentale, appena ai margini del mondo civilizzato (non montatevi troppo la testa!), a vantare il più alto numero dei contagi in tutto l’emisfero atlantico e pure oltre.
2) Siamo riusciti ad esportare l’infezione in ben tre continenti e 24 nazioni diverse in meno di tre settimane (un record, cha manco Willy Fog!), mentre il resto del pianeta ci ha subito messo in quarantena come appestati.
Non male per un patogeno che ha un’incidenza di poco superiore ad una normale influenza stagionale. Dimostrazione provata, se ancora ce ne fosse stato bisogno, che l’unica pandemia è l’imbecillità globale che trascende le frontiere per farsi virale.
Poi certo l’italiota medio alle prese col “corona-vairus ci mette del suo, con assalti di massa ai supermercati per fare incetta di viveri ad altissima deperibilità, da conservare in periodi prolungati di ‘isolamento’, e rifornirsi di tonnellate di bottiglie d’acqua (come se fossero gli acquedotti a propagare il virus); o pagare a peso d’oro mascherine monouso, utili come un assorbente usato, con scene di isteria collettiva come nei filmetti apocalittici di serie zeta. E sai la delusione quando scopriranno che i cadaveri degli infetti non resuscitano dopo tre giorni, per dare la caccia ai vivi! 
Senza considerare il fatto che noi possiamo sempre contare sul formidabile contributo di una classe ‘dirigente’ tra le più ciarliere, infami ed ignoranti di tutta la galassia, per una mediocrità desolante dallo squallore dilagante, in aggiunta ad un sistema mediatico indegno che si diverte a conteggiare i nuovi casi di contagio alla stregua di un bodycount in assenza di decessi, pompando allarmismi incontrollati nell’inarrestabile contagio dell’imbecillità.
Quando tutta questa farsa sarà finita lasciando solo macerie, con in eredità una nuova spaventosa recessione economica e l’evidenza di una Sanità pubblica al collasso, del tutto inadeguata a fronteggiare una qualsiasi ‘emergenza’ dopo decenni di “tagli lineari”, l’unica cosa a restare sarà la bava infetta delle oscenità, delle minchionerie assortite, degli abomini da Guinness delle Stronzate, oltre all’incontenibile overdose di idiozie a ruota libera, in aggiunta al consueto esercizio di fascismo quotidiano di un paese in crisi sovrana di nervi, che costituiscono l’unicum di una nazione infetta.

Hit Parade del mese:

01. RICOVERI COATTI

[16 Feb.] «Il pronto soccorso non può essere la soluzione a stili di vita incivili. Delle infermiere del pronto soccorso di Milano mi hanno segnalato che ci sono delle donne che si sono presentate per la sesta volta per una interruzione di gravidanza. Non voglio dare lezioni di morale, ma se si chiede la settima interruzione di gravidanza, è un rischio per la salute e bisogna spiegarle come ci si comporta. Ci sono immigrati che hanno scambiato i pronto soccorso per un bancomat sanitario per farsi gli afari suoi senza pagare una lira. È ora di smetterla che ci siano migliaia di cittadini non italiani che hanno preso il pronto soccorso come l’anticamera di casa loro. Io dico che la terza volta che ti presenti paghi.»
(Matteo Salvini, aborto vivente)

02. MANGIATE MERDA, MILIONI DI MOSCHE LO FANNO

[28 Feb.] «Tutti abbiamo visto i cinesi mangiare topi vivi»
(Luca Zaia, il Gastronomo)

03. NAPOLI COLERA

[21 Feb.] «Da Lombardo devo ammettere che invidio i napoletani che hanno avuto solo il colera, roba piccola in confronto al Corona.»
(Vittorio Feltri, l’Infetto)

04. SALUTI ROMANI (I)

[21 Feb.] «Causa Coronavirus la stretta di mano è abolita. Torniamo al saluto romano.»
(Vittorio Feltri, Inconfondibile)


05. SALUTI ROMANI (II)

[03 Feb.] «Non stringete la mano a nessuno, il contagio è letale. Usate il saluto romano, antivirus e antimicrobi.»
(Ignazio La Russa, il fascista vicepresidente del Senato)

06. NO, NON SONO MICA NAZISTI

[25 Feb.] «L’Ebreo Karl Marx inventò il comunismo, responsabile di Chernobyl, Sars e ora Coronavirus… ogni tanto anche gli Ebrei sbagliano.»
(Giovanni Candusso, consigliere nazi-leghista di S.Daniele del Friuli)

07. BOMBE AL CLORO

[24 Feb] «Bisogna disinfestare subito le nostre città con il cloro.»
(Micaela Biancofiore, la Pulitrice)


08. UNA BESTEMMIA CI SALVERÀ

[21 Feb] «L’apocalisse è incominciata.»
(Radio Maria, il Purgante)

09. IL GIORNO DEI MORTI

[01 Feb.] «Il centrodestra eserciti una pressione sul Parlamento per eleggere, per la prima volta, un presidente di centrodestra: il fondatore, Silvio Berlusconi.»
(Gianfranco Rotondi, l’Agiografo)

10. IL GIORNO DEI MORTI (II)

[03 Feb.] «Noi di Italia Viva siamo chiamati a qualcosa di straordinariamente difficile, di straordinariamente complicato: restituire bellezza alla politica.»
(Matteo Renzi, Imbarazzante)

Homepage