EI FU…

7-gennaio-1959-alla-vigilia-dellingresso-allavana

È morto Fidel Castro. Le roi est mort, vive le roi!
Ora, si possono pensare e dire molte cose buone o cattivissime del lìder maximo della Rivoluzione cubana, che comunque sia, piaccia o non piaccia, è stato uno dei protagonisti più complessi (e longevi) della storia del ‘900, segnando un’epoca e soprattutto un’utopia; più di quanto i nani ed i pagliacci cotonati, che si agitano nel verminaio di questo orrido squarcio di XXI secolo, saranno mai… 
i-3-bidoniFu un uomo duro? Certo! Fece degli errori? Infiniti! Fu un despota narcisista col gusto del potere? Sì anche (ma non solo), vogliamo parlare pure di tanti sedicenti “statisti” democratici?!?
Soprattutto, è stato l’uomo che (con molti altri) osò sfidare un impero. E vinse! Fu così che un’insignificante isola caraibica si trasformò in una moderna Tortuga, mantenendo la sua indipendenza e dignità, nell’arcipelago delle repubblichette bananiere che costellano da sempre quello che gli USA, sotto ogni amministrazione, considerano il loro esclusivo “cortile di casa”, da gestire per procura su mandato coloniale, soggiogare col ricorso sistematico al terrorismo di stato, e utilizzare come immenso laboratorio economico neo-liberista (prima che le ricette venissero imposte al mondo intero) su scala continentale. S’è visto poi quali erano le alternative considerate accettabili (ed invocate) al governo castrista

videla-pinochet

Nella sua esclusività, Cuba rappresentò invece un’eccezione unica nella storia latinoamericana; fu necessario cingerla con un cordone sanitario perché il contagio non si diffondesse. E lo chiamarono embargo.
Fu vera gloria? A posteri l’ardua sentenza…

Noi critichiamo Fidel, ma non lo condanniamo. Lasciamo le considerazioni ad altri, tanto sarebbe impossibile per noi esaurire l’argomento in così poche righe. E di più non aggiungiamo.
lavana-marzo-1960Quello che invece proprio non ci riesce di capire è per quale imperscrutabile legge della trascendenza su ogni fatto, evento, sbadiglio, vero o presunto tale che sia, sistematicamente, puntuale come un orologio rotto che segna l’ora esatta due volte al giorno, ogni volta ci dobbiamo sorbire l’immancabile omelia di San Roberto Saviano: l’Oracolo vivente per l’intrattenimento gerontologico da varietà finto impegnato, che ogni volta dispensa le sue perle di ovvietà e pregiudizi di saggezza. E che dal cantuccio nel quale vive rintanato in esilio volontario, come auto-recluso guardato a vista (tanta è la paura che s’è preso l’ultima volta), non resiste all’irrefrenabile impellenza di pontificare su tutto e su tutti. E farlo massimamente su cose che non conosce e delle quali ignora tutto, quasi che l’esternazione gratuita (ed inutile) rispondesse all’esigenza primaria di mantenere in vita la propria leggenda di carta, difendendo se stesso dall’ombra sempre roberto-savianoincombente dell’oblio che grava sui predicatori da salotto. Insomma, uno di quelli che per sopravvivere ha bisogno di creare dei “casi” mediatici attorno alla morte altrui, purché non ci si scordi di lui… E per la bisogna parla come un Trump di merda qualunque.
I nani, i pagliacci, e i giganti. Per l’appunto!

Homepage

 

Annunci

2 Risposte to “EI FU…”

  1. “”Soprattutto, è stato l’uomo che (con molti altri) osò sfidare un impero. E vinse! “”

    Vi seguo ogni tanto e ammetto che su certe cose sono d’accordo,ma per cortesia non scrivete assurdità a riguardo di questo elemento; Castro faceva parte di un impero e cioè quello sovietico,altrimenti quella insignificante isola sarebbe stata spazzata via.Inoltre gli USA che hanno il monopolio del cinema mondiale,non hanno mai fatto un film contro il comunismo,mentre i titoli di film (e romanzetti) ormai non si contano più contro tutti gli altri.

    • Innanzitutto, approfitto per gli auguri di buon 2017 e per dare il benvenuto al suo contributo come primo commento dell’anno nuovo. Trovo assolutamente legittima la sua opinione che rispetto e pur tuttavia Lei rischia di fare torto alla sua intelligenza, nonché alla mia, affermando che il cinema americano “non ha mai fatto un film contro il comunismo”. Cos’è?!? Una battuta comica??
      Vede caro Mario, io sono un appassionato di cinema con una predilezione per il trash.. Sorvolando su opere metaforiche come “L’invasione degli ultracorpi” o “Il villaggio dei dannati”, sul tema esiste una produzione piuttosto copiosa e talmente insulsa da superare la propaganda per entrare nel surreale. Potrei indicarle la produzione (dimenticabilissima) di registi specializzati nel genere come Joseph Zito (guest star: Chuck Norris): “Rombo di tuono”; “Invasion USA”; “Red Scorpion”… per arrivare a film grotteschi come “Rambo2” e soprattutto l’incommentabile “Rambo3”: un’apologia dei taliban, per la serie Bin Laden è vivo e lotta insieme a noi.
      Ma per un elenco incompleto suggerisco:
      “Alba Rossa” del pur bravissimo John Milius
      “La minaccia rossa” (1949)
      “Guilty of Treason” (1950)
      “I was a communist for FBI” (1951)
      “Marijuna” (1952)
      “L’amore più grande” (1952)
      “La piovra nera” (1958)
      “L’incubo rosso” (1962)
      “Berretti verdi” (1968)
      “Firefox” (1982)
      “Quarto protocollo” (1984)
      “Rocky 4” (1985)
      “Belva di guerra” (1988)
      E così via continuando fino a “Indiana Jones e il regno del teschio di cristallo” .Direi inoltre che più di 1/3 dei film legati al filone James Bond sono smaccatamente anti-comunisti. Ma tra le serie zeta ce ne sono alcuni di così brutti dei quali ho rimosso persino il nome. E sorvolo sui romanzetti.. e sui videogames.. (potrei metterci la serie “Call of Duty – Modern Warfare” e “Battlefield” al completo), che l’elenco diverrebbe infinito.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: