Miracolo italiano

04/08/2011 – La Borsa di Milano segna un nuovo record tutto in negativo, chiudendo con la peggior performance in assoluto, e sprofonda ad uno storico -5,16%.
È il dato più basso raggiunto tra tutte le borse europee che bruciano in una sola giornata oltre 170 miliardi di euro. Sospese le contrattazioni di tutti i maggiori titoli per eccesso di ribasso, col crollo delle quotazioni della FIAT di Marchionne. Tuttavia, con la chiusura del Venerdì, si temono ribassi ancora peggiori ed un nuovo record in picchiata.
 È il primo, tangibile, risultato segnato dai mercati finanziari in risposta all’epocale discorso, tenuto neanche 24 ore prima alle Camere, dell’incredibile Statista di Arcore, che fortunatamente ha tre aziende in Borsa, e che quindi è nella trincea finanziaria consapevole ogni giorno di quel che accade nei mercati. I punti di forza che hanno stupito il mondo sono in sostanza: lo straordinario rilancio dei lavori per la realizzazione dell’autostrada Salerno-Reggio Calabria, in costruzione da almeno 30 anni; ritorno delle condizioni lavorative alla Prima Rivoluzione industriale, con la cancellazione delle ultime tutele contrattuali. E naturalmente ‘ottimismo’ che passa la paura, perché l’Italia è in condizioni di assoluta sicurezza. Si è visto poi quali…
La circostanze hanno però dimostrato l’assioma fondamentale, che ispira il credo e l’azione dei parabolani dell’Unto, al capezzale del Re demente: ogni occasione è buona per praticare il rimming padronale, magari accompagnato da una coppa di champagne da “suggere” come amava spiegare il Sultano ad una gelida platea romana di neo-laureati [QUI].
Evidentemente, più oscena è la perversione e più si accumulano punti a corte, in orgia da dichiarazione che non conosce pause estive e prescinde da ogni contatto con la realtà…
Tra i feticisti più estremi si segnalano tre eccezionali contributi, per i quali proponiamo l’istituzione del premio “lingua di velluto” con menzione speciale:

«I mercati hanno dimostrato oggi di avere una fiducia di ferro nel governo Berlusconi pur non avendo mancato la maggioranza di sottolineare che non sono loro a fare i governi ma i cittadini. Che oggi ancora una volta possono tornare ad essere orgogliosi della salda guida offerta con generosita’ e fermezza da Silvio Berlusconi. Da oggi più che mai è il momento di ricominciare a dire, coralmente, Forza Italia ed io come Giancarlo Galan e Antonio Martino tornerò a mettere la spilletta del movimento rivoluzionario di Silvio Berlusconi.»
(Micaela Biancofiore)

«La fiducia del Premier nelle forze e negli strumenti a disposizione del nostro Paese è stata recepita anche dagli operatori finanziari, facendo registrare un’apertura positiva in Piazza Affari.»
(Domenico Scilipoti)

«Berlusconi ha riscosso una straordinaria fiducia. Mi aspetto che Bersani e tutti gli altri che accusavano Berlusconi di deprimere i mercati dicano che sia un fenomeno e che ha un potere taumaturgico.»
(Giancarlo Galan)

D’altra parte, il rivoluzionario taumaturgo, non sembra scomporsi più di tanto… Ancora una volta, l’unica preoccupazione di “questa catastrofe estetica, etica, e politica” (copyright di Massimo Cacciari) è, come sempre, il mero interesse personale e la difesa ad oltranza della ‘robba’ (sua):

«Io non ho mai operato in Borsa, sono un imprenditore che ho collocato le mie aziende in Borsa e in questo momento se avessi risparmi importanti da parte investirei prepotentemente nelle mie aziende

L’unica, vera, apocalisse che dovremo affrontare nel 2012 sarà riuscire a trovare un modo per sopravvivere a Silvio Berlusconi.

Homepage

Annunci

2 Risposte to “Miracolo italiano”

  1. «Io non ho mai operato in Borsa, sono un imprenditore che ho collocato le mie aziende in Borsa e in questo momento se avessi risparmi importanti da parte investirei prepotentemente nelle mie aziende.» Mi sai dire quando è datata questa affermazione? A parte che è sgrammaticata! ;) Grazie!

    • …E’ il “tycoon” che dall’alto ci dà la luce e ci conduce, a noi fortunatissimi sudditi che abbiamo il privilegio di averlo come ‘presidente’..:)
      Se il letame avesse un valore finanziario, saremmo la prima potenza economica globale.

      P.S. Il refuso è mio… a mia parziale scusante, faccio appello all’ora tarda della trascrizione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: